Una gita in bici – Seconda Parte

iSpeakItaliano – Una gita in bici – Seconda parte – 17 Maggio 2021

 Dopo la breve sosta ho deciso riprendere la mia strada in direzione del mare. Prima andare via sono stato attento a non lasciare involontariamente dei rifiuti per non sporcare questa piccola ma bellissima oasi di pace e di quiete. Ho raccolto tutte le mie cose e le ho riposte nel mio comodissimo e utilissimo zaino. Ero pronto a ripartire ma, sicurezza, ho dato un ultimo sguardo intorno alla panchina dove ero seduto e alla fine mi sono rimesso in sella per riprendere la mia piacevole gita.

 Grazie alla mia bicicletta ero perfettamente riposato, niente stanco e pronto a percorrere ancora molti chilometri. La discesa era piacevole e divertente ma non amo andare troppo veloce, soprattutto quando scendo lungo queste strade di montagna. Questo percorso è pieno curve senza protezioni e ho paura di una brutta caduta a causa delle buche o di qualche piccolo animaletto selvatico che mi costringe a frenate brusche e senza controllo.

 Dopo pochi minuti ero già nel piccolo paese sotto la montagna e ho pensato di fermarmi un momento per fare un piccolo video del panorama. Dopo la breve tappa ho sistemato nuovo la mia action camera sul manubrio della bicicletta e ho fatto partire la registrazione fare un piccolo filmato del breve percorso per scendere fino al livello del mare. In questo tratto la strada è più sicura e ho lasciato andare la bici senza toccare troppo i freni per godermi un po’ di velocità, ma sempre senza esagerare e senza correre troppi rischi.

 Qualche minuto ancora e sono arrivato velocemente sulla strada che costeggia il mare direzione della vicina città di Gaeta, la più popolare del piccolo golfo cui vivo grazie alla sua importanza in alcuni eventi storici. Questa città ha segnato per molto tempo il confine lo Stato Ponteficio e il Regno delle Due Sicilie. Qui è stata combattuta l’ultima battaglia tra l’esercito sabaudo e l’esercito borbonico e, dopo un lungo assedio, è stata completata la conquista di tutto il Sud dell’Italia.

 Il percorso lungo il mare è fantastico, specialmente in una bella giornata di sole. Purtroppo è necessario stare molto attenti perché la strada è molto trafficata e può essere pericoloso per i ciclisti a causa della velocità delle auto e della mancanza una corsia riservata solo alle biciclette. Ho pedalato molta attenzione fino a raggiungere Gaeta dopo poco tempo ma ho deciso di non entrare subito nella città e proseguire verso le bellissime spiagge che si trovano poco dopo il piccolo promontorio su cui la città è costruita.

 Quei luoghi sono i miei preferiti. Vado sempre lì quando voglio passare una bella giornata al mare e fare il bagno in acque pulite. La strada dopo la città Gaeta continua sopra ripide scogliere a picco sul mare, il panorama è bellissimo e si può ammirare con uno sguardo tutta la costa. Per scendere sulle spiagge si deve lasciare l’auto nei parcheggi vicini alla strada e percorrere piedi l’ultima parte del tragitto per raggiungere la bella sabbia dorata e l’acqua pulitissima di questa zona.

 Anche questo percorso può essere pericoloso a causa delle curve e del traffico, l’attezione deve essere sempre massima, soprattuto per un ciclista. Per essere più al sicuro ho superato il tratto con le scogliere prima fermarmi e tornare indietro. Ho proseguito infatti fino una piana in cui la strada è di nuovo al livello del mare e ho fatto una breve sosta. La giornata era fantastica e c’erano molte persone a godersi il sole e a fare il bagno. Dopo una bella bevuta e un pò riposo ho deciso di ritornare indietro per fare un giro nella città prima di tornare a casa.

 Lungo la strada del ritorno ho potuto ammirare meglio il panorama sul mare perchè mi trovavo sulla corsia più esterna da cui c’è una vista migliore. Sono arrivato molto presto sopra la mia spiaggia preferita e mi sono fermato in un buon punto per fare un piccolo video. Ho passato molte belle giornate in quei luoghi e molto tempo non faccio un tuffo in quelle acque. Ho fatto solo qualche video dall’alto ma per qualche minuto ho avuto la tentazione di scendere e raggiungere l’acqua azzurra.

 Il sole era ancora caldo mentre pedalavo per tornare verso Gaeta e ancora una volta ho fatto una pausa per un altro video dall’alto sulla spiaggia che si trova dentro la città. Non mi sono fermato lungo perché volevo assolutamente fare un giro nel centro storico prima andare a casa. Gaeta Vecchia è una parte della città molto carina che si trova intorno al porto, proprio sul mare. Le sere d’estate è davvero bello stare gli amici seduti a un tavolino a mangiare un gelato, bere qualcosa e chiacchierare in mezzo a tanta gente.

 Anche domenica c’erano moltissime persone che passeggiavamo spensierate ed era davvero un piacere vedere gruppi amici e famiglie sui larghi marciapiedi davanti all’acqua. Da questo punto è possibile osservare l’intero golfo e infatti mi sono fermato circa 30 (trenta) minuti a riposare e a godere di questo meraviglioso spettacolo, immerso in una piacevole atmosfera di allegria. Il posto ideale come ultima tappa una bella gita in bicicletta.

 Era ormai ora tornare a casa ma non ero per niente stanco. Con la mia bellissima eBike la strada del ritorno non mi preoccupava e quindi, dopo quest’ultima e piacevole sosta, sono ripartito l’idea di tornare molto presto da queste parti a godermi altre belle giornate primavera.







Soluzione

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.